3 OTTOBRE

L' e-book è stato realizzato con illustrazioni e pensieri degli alunni sul tema:Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'immigrazione. Legge n. 45 del 21 marzo 2016.

Create your own book now!
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

3 OTTOBRE

by alunni

Artwork: I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA








Copyright © 2017

3 OTTOBRE 2016

 Giornata nazionale in memoria

delle vittime dell’immigrazione.

Legge n. 45 del 21 marzo 2016.        

 

1

Il 3 ottobre 2013, al largo dell’isola di Lampedusa, 368 migranti persero la vita in uno dei

più tragici naufragi avvenuti nel Mediterraneo, dall’inizio delle

ondate migratorie, di questi ultimi anni, dal Nord Africa verso il nostro Paese. L’UNHCR

stima che dal 2011 ad oggi oltre 2.600 persone abbiano perso la vita in mare nel tentativo

di raggiungere le coste italiane.

2

Con la legge 21 Marzo 2016, n. 45 è stata istituita, con cadenza ogni 3 ottobre, la Giornata

nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, al fine di conservare e di rinnovare

la memoria di quanti hanno perso la vita nel tentativo di emigrare verso il nostro Paese

per sfuggire alle guerre, alle persecuzioni e alla miseria.

3

“L’Europa inizia a Lampedusa”

maturare un atteggiamento consapevole nei 

confronti del fenomenomigratorio per facilitare il dialogo con la popolazione dei rifugiati in Italia.

4
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

La classe quarta del plesso di Villa Rosina, dell’ I.C. Nunzio Nasi di Trapani,

nell’ambito del progetto promosso dal MIUR,

prendendo spunto proprio dalle vicende legate alla giornata del 3 ottobre 2013,

ha affrontato, discusso e riflettuto sui diversi aspetti del fenomeno migratorio.

La visione di video alla LIM è stata il punto di partenza per sensibilizzare e diffondere la

cultura dell’informazione e dell’accoglienza,

della convivenza e della pace, fondati sul rispetto dei diritti umani.

 

6

Gli alunni sono stati coinvolti in un laboratorio creativo per esprimere le proprie idee e i propri sentimenti

  attraverso la scrittura di brevi testi in formato digitale, e nella realizzazione

di disegni particolarmente significativi che sono raccolti in questo e-book.

Si auspica che questo semplice lavoro possa essere inserito all’interno

del” Museo della  fiducia e del  dialogo” di Lampedusa

come simbolo di accoglienza e di pace.

 

7
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

Per il museo della fiducia e del dialogo “di Lampedusa

Povere queste persone morte, pensavano di salvarsi la vita ma invece non è stato così.

Poveri genitori rimasti senza figli, poveri figli rimasti senza  genitori.

Ci sono delle persone che  avevano solo i soldi per  il viaggio di una sola persona e hanno mandato il proprio figlio.

Sicuramente i figli che erano da soli sono morti lo stesso. 

Questa è tutta colpa della guerra, se non ci fosse la guerra tutte queste persone non sarebbero morte.

L’acqua a volte è più pericolosa del fuoco, sicuramente questi figli sono rimasti senza famiglia. 

Mi dispiace molto. Le persone che erano state rinchiuse nella barca sono state soffocate dall’acqua,

se fossero state libere e, se avessero saputo nuotare bene, si sarebbero salvate.

11
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

Ora capisco che le persone di colore non si giudicano,sono poveri, vengono qua per  salvarsi. Spero che non ci sia più la guerra nel mondo. 

Amore, pace e bene nel mondo è la soluzione per non farli allontanare dal loro Paese.

No alla guerra, dobbiamo accoglierli bene e speriamo che non siano cattivi .

Dio ha creato il mondo per stare tutti insieme, non per uccidersi e farsi male

La pace nel mondo è essenziale per vivere bene, basta guerra e cattiveria nel mondo.

La violenza è una cosa che non si fa, la fanno solo i pazzi, ma anche i pazzi dovrebbero sapere che non si fanno queste cose, solo

che non ragionano e per questo lo fanno .

Le persone di colore diverso dal nostro sono uguali a noi,hanno un cervello e un cuore.

13
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

Secondo me i migranti sono persone come noi e, se non ci fosse stata  la guerra nel loro paese, tutti questi migranti non sarebbero morti. 

A me dispiace molto per le persone che sono morte, sono persone come noi  non  meritavano di  morire. Cambia  soltanto il colore,  non c’è bisogno di dire che

 sono cattivi  quelli di colore, ma  anche i bianchi  possono  essere  cattivi. 

Comunque  mi dispiace  moltissimo.

E per non  farli piu’ morire  bisogna far finire la guerra.

Fare  in  modo  di mantenere la pace.

Inoltre gli immigranti ne hanno passate di tutti i colori. 

Ma perché nel loro Paese ci deve essere la guerra? 

Io non voglio la guerra, ma la pace!! 

 

15
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

Milioni di persone muoiono annegate o uccise.

E a me non va, perché sono persone come noi anche se hanno il colore diverso dal nostro, perché devono subire queste cose brutte? 

Alcune famiglie  non hanno abbastanza soldi per salvarsi tutti, e allora per amore dei loro figli,

i genitori li mandano da soli su queste imbarcazioni per

farli salvare sperando, un domani, di poterli raggiungere, riabbracciarli e rivederli, nuovamente.

 

17
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

Se i migranti  non  si   fossero messi  contemporaneamente nello stesso lato della barca non sarebbero morti.

A me dispiace  perche’  sono  persone  come noi. 

Le  persone  vive  hanno  perso  i  parenti, fratelli , genitori,  nonni  e zii. 

La guerra  è  una  cosa  brutta  e se  non  ci fosse  al  giorno  d’ oggi  tante persone   sarebbero   ancora   vive. 

Se le persone  cominciassero  a dialogare e a non vendere armi, la parola  guerra scomparirebbe. 

Bisogna   avere  fiducia  in tutti.  

 

 

19
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

Se questa guerra non esistesse tutte quelle povere persone sarebbero felici,ma purtroppo la guerra esiste. 

Sono molto triste, vorrei tanto poter fare qualcosa per quelle persone.

Quello che fa la guerra sono cose orribili. 

Vorrei che questa guerra non fosse mai esistita.

Spero che Dio li protegga.

 

21
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

Secondo me i migranti sono persone come noi, non cambia nulla,

solo la solita sfortuna.

I bambini e i neonati muoiono dal freddo o dalla fame ma hanno tutti un cuore come noi.

Vorrei che in questo mondo la guerra non esistesse più in nessun Paese. 

La vita è un dono di Dio e bisogna trattare bene la vita degli altri.

NON DOBBIAMO MALTRATTARE LA GENTE …. NON SI FA! 

Quei migranti meritavano di vivere e non di morire.

Mi dispiace molto.

 

23
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

Spero che non ci siano più morti e che non succeda mai più per un futuro migliore.

Se non ci fosse stata la guerra i 368 migranti sarebbero ancora vivi.

Mi dispiace  per quelli morti ma sono contento per i vivi.

Questa tragedia è successa a largo di Lampedusa vicino nell’ Isola dei Conigli,

partendo dal Nord – Africa per arrivare vicino alle nostre coste italiane.

 

26
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

Quando  si  è  capovolta  quella  nave  tutte le persone che  non  sapevano  nuotare,  ed  anche  quelle  che  erano  chiuse  a

chiave  sono  morte tutte. 

Spero  che   Gesu’  li abbia  portati in  Paradiso. 

No alla guerra 

No  alla  violenza

No  alla  povertà

No  alla  morte 

No  a  tutte  le  cose  brutte.

 

28
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com
Artwork from the book - 3 OTTOBRE by alunni  - Illustrated by  I.C.NUNZIO NASI DI TRAPANI PLESSO VILLA ROSINA CLASSE QUARTA - Ourboox.com

RINGRAZIAMO TUTTI I LETTORI

33

This free digital picture e-book was brought to you by

Ourboox.com

Create your own free book



Ourboox is the world's simplest free platform for creating, sharing and promoting digital picture e-books.

Join us now and make your books come true.