BIANCANEVE IN CHIAVE MODERNA by deborah falcone - Illustrated by Deborah Falcone, Alessia Di Cristofano, Bianca Marracino, Nicole Di Stefano, Antonella Fratino - Ourboox.com
This free e-book was created with
Ourboox.com

Create your own amazing e-book!
It's simple and free.

Start now

BIANCANEVE IN CHIAVE MODERNA

by

Artwork: Deborah Falcone, Alessia Di Cristofano, Bianca Marracino, Nicole Di Stefano, Antonella Fratino

  • Joined Apr 2020
  • Published Books 1

C’era una volta una ragazza di nome Biancaneve che viveva in un castello con una vicina un pò particolare: una donna malvagia, invidiosa della sua bellezza. La ragazza amava leggere e trascorrere le sue giornate estive in spiaggia, tra lettura e musica. Un pomeriggio di luglio, era sola, in una spiaggia sconosciuta, con il suo tablet a leggere un romanzo; Biancaneve era affascinata dai romanzi, tanto che non si accorse del passar del tempo e pagina dopo pagina cominciò a calare il sole. Si rese conto di aver perso la cognizione del tempo solo quando l’orologio segnava ormai le 20:00; non sapeva più come tornare a casa e camminando, in cerca della via giusta, si perse nel parco nei pressi della spiaggia. Una luce accesa attirò l’attenzione della ragazza, che avvicinandosi vide una piccola casetta, colorata e molto luminosa. Biancaneve era timorosa quando udì da lontano una voce: << ti sei persa, piccola fanciulla?>> era un nano, con un cappello arancione e un grosso naso. Biancaneve, così fiduciosa, si avvicinò e si rese conto della piccola creatura innocente quando, ad un tratto, si trovò circondata da altri 6 nani!
<<Chi siete?>> esclamò la ragazza trepida e i nani risposero: <<Non ti preoccupare, siamo tuoi amici, ti puoi fidare di noi!>>. I sette nani accompagnarono Biancaneve nella loro piccola casa, troppo piccola per la ragazza! Nonostante ciò, Biancaneve fu felice di aver trovato dei piccoli aiutanti e decise di scattare un selfie con il suo tablet per ricordare quel momento epico e la foto fu postata su Instagram. Il selfie non passò inosservato e suscitò la gelosia della malvagia vicina che, non appena lo vide, decise di andare in soccorso della ragazza, attenzione perchè il suo intento era ben altro che generoso. In realtà la vicina, munita di una mela avvelenata, si recò alla piccola casetta e, con la scusa di aiutare la fanciulla, le offrì in dono il frutto avvelenato e si offrì di accompagnarla al castello. Durante il tragitto la ragazza perse i sensi a causa dell’avvelenamento e la vicina, contenta del suo obiettivo raggiunto, la portò in un bosco lasciandola sola; la vicina malvagia portò con sé anche il tablet della giovane fanciulla. Biancaneve era fidanzata con un principe di nome Edoardo; l’uomo cercava di contattare la fanciulla ma senza alcun riuscirci, decise allora di chiedere alla sua vicina. Quando Edoardo arrivò dalla donna, vide nel tablet un aspetto familiare proprio nella cover, uguale a quella di Biancaneve. Sapendo della gelosia nei confronti della fanciulla, Edoardo chiese spiegazioni e la vicina sentendosi, per la prima volta, in colpa, decise di aiutare il giovane principe a ritrovare la sua fidanzata. Si incamminarono entrambi verso il bosco, Biancaneve era ancora lì, immobile! Edoardo, triste, si gettò fra le braccia della donna e la baciò; quel bacio fu la salvezza. In meno di 2 minuti la ragazza si svegliò e, felice, decise di immortalare quel momento, come suo solito, con un selfie!
I due innamorati vissero, per sempre, felici e contenti e con amici in più: i 7 nani e la vicina!

1
This free e-book was created with
Ourboox.com

Create your own amazing e-book!
It's simple and free.

Start now