Confrontarsi sulla trasmigrazione di uomini dal XX al XXI secolo by Daniele minadeo - Ourboox.com
This free e-book was created with
Ourboox.com

Create your own amazing e-book!
It's simple and free.

Start now

Confrontarsi sulla trasmigrazione di uomini dal XX al XXI secolo

  • Joined Jan 2017
  • Published Books 5

TESTO 1

Io penso che gli stranieri non siano controllati dal loro paese e non siano ottenuti giustizia (per le persecuzioni, le guerre ecc.). Molti italiani non accettano i migranti perché considerano ciò che tolgono il lavoro creando disoccupazione agli Italiani. Gli Stranieri comunitari sono quelli che fanno parte di uno degli stati membri della Comunità Europea mentre l’extracomunitario è la persona che non possiede la cittadinanza di uno degli stati membri della Comunità Europea. Gli stranieri sono costretti a lasciare il proprio Paese  per vari motivi: condizioni di vita precarie, clima di violenza, guerre, degrado ambientale. Si, ho conosciuto un ragazzo di colore, costretto ad abbandonare il suo Paese e ha frequentato la mia stessa scuola e abbiamo fatto amicizia.

Quando si parla di “Viaggi della speranza” ci si riferisce ai viaggi che i clandestini compiono per giungere nei paesi interessati cercando di migliorare le loro precarie condizioni di vita. Al telegiornale ho visto molti sbarchi e molte tendopoli che sono state allestite per accogliere gli stranieri. Secondo me lo Stato deve preoccuparsi per la loro vita perché queste persone non possono vivere per strada e potrebbero aiutarli a ristrutturare le case antiche, costruendo le strutture e dandogli il cibo e le cure necessarie.

1

Risultati immagini per STRANIERI IN ALTRE NAZIONI

2

TESTO 2

La Romania è uno Stato membro dell’Unione Europea. Le  violenze, i crimini organizzati sono punibili in base alla legge che vige in tutta l’europa. Q uindi chi compie azioni criminali può essere identificato e punito per quello che ha fatto. Si devono ricordare inoltre le richieste di asilo politico per guerre civili e le lotte etniche.

3

Romania mappa politica - arte vettoriale royalty-free di Romania

4

DEFINIZIONI DI:

Migrazione: notevole spostamento di uomini da un paese ad un altro paese.

Flussi migratori: spostamento temporaneo o permanente di individui o di gruppi da un luogo all’altro.

Immigrazione: l’insediamento e la permanenza con carattere temporaneo o definitivo.

Emigrazione: espatrio o spostamento regionale.

Trasmigrazione: emigrazione di massa.

Spostamento: trasferimento.

Esodo: emigrazione di massa di una comunità.

Stanziamento: lo stabilirsi su un territorio.

Stabilirsi: prendere dimora.

Rimpatrio: ritornare in patria.

Espatrio: lasciare la patria per sempre o per lungo tempo.

Clandestinità: fatto di nascosto perché vietato dalla legge o passeggero imbarcato di nascosto.

Viaggi della speranza: viaggio intrapreso da chi ha bisogno di terapie mediche non disponibili nel proprio paese o di condizioni di vita migliori.

Migrazione coatte: migrazione forzata o spostamento sotto costrizione.

5

SI EMIGRA PER:

LA SCARSITÀ DI CIBO

  • La povertà: se non mangia abbastanza, l’uomo non ha abbastanza forza per lavorare e non lavorare non guadagna denaro per poter vivere. E ‘tutto un ciclo.
  • Condizioni climatiche: alcune zone del continente africano, in particolare l’Africa orientale e meridionale, sono periodicamente soggette a calamità naturali come alluvioni, lunghissimi periodi di siccità, tempeste tropicali. E tutto questo distrugge campi e raccogliere e provocare la morte di greggi e mandrie. La conseguenza è la fama.
  • Guerre e conflitti: facendo conflitti e guerre, i campi vengono distrutti. Nei terreni vengono messe le mie, così anche l’acqua viene inquinata.
  • Spreco di cibo. Ogni anno, nel mondo si sprecano 1,3 di cibo, pari a un terzo della produzione mondiale. Solo recuperando tale cibo e donandolo a chi ne ha bisogno, sarebbe possibile sfamare milioni di persone.
6

ALTA PERCENTUALE DI MALATTIE

Le malattie da carenza alimentare sono dovute a insufficienza di cibo, sia come quantità che come qualità. L’organismo ha bisogno di principi nutritivi, senza qualificare il fisico non ha sufficiente energia per svolgere le varie funzioni vitali. La principale è la MPE.

Qui sono frequenti alcune malattie molto diffuse:

  • Infettive, dovute all’azione di batteri e virus patogeni. Le principali sono: AIDS, colera, difterite, ebola, epatite, morbillo, pertosse, peste, TBC, tetano, polmonite, tifo.
  • Parassitarie, dovute a pidocchi, zanzare, vermi.

Ricordiamo anche: dengue, febbre di lassa, febbre gialla, filariosi, malaria, tracoma, leishmaniosi, malattia del sonno.

7

Immagine correlata

8

CARENZA DI MATERIE PRIME

Sono 54 le nazioni che rappresentano il continente africano, tra questi 25 paesi sono considerati i più poveri della Terra.  Mentre in Sudafrica ci sono alcuni paesi dove il livello di vita della popolazione è paragonabile a quelli dei paesi occidentali: sono ricchi di risorse e di materie prime. Una causa del clima torrido e delle piogge alluvionali dell’agricoltura e dell’allevamento non sono SVILUPPATI.

 

9

Risultati immagini per contadini con asini

10

ELEVATA DENSITÀ DEMOGRAFICA

Per questo problema ci sono tre conferenze da parte delle potenze che occupano l’africa:

 

Durante la prima conferenza del 1979, la Cina ha introdotto la prima volta la politica del figlio unico, che è durata ininterrottamente per 35 anni, fino al 2014, e che ha fortemente rafforzato la crescita demografica del paese più popoloso del mondo, pur con una serie di effetti negativi.

 

La seconda conferenza dell’Onu (Città del Messico, 1984) fu convocata proprio sulla pressione dei paesi in via di sviluppo che intendeva affrontare non solo le questioni demografiche in senso stretto, ma anche una serie di problemi sociali.

 

La terza conferenza (Il Cairo, 1994) continua a sostenere un rafforzamento del ruolo della donna, ma manifesta posizioni più controverse e per alcuni aspetti inconciliabili sul tema dell’interruzione della gravidanza.

11

Risultati immagini per elevata densità demografica in africa

12

POPOLAZIONE E SVILUPPO

La popolazione di 26 paesi africani richiede come minimo raddoppiare da oggi al 2050. Alcuni esperti temono che il boom demografico africano non solo aggraverà il flusso migratorio verso l’Europa, ma potrebbe giocare un ruolo nell’attivismo dei gruppi terroristi islamici nella regione del Sahel , che cercano reclute tra i giovani delle famiglie numerose.

13

Risultati immagini per POPOLAZIONE E SVILUPPO IN AFRICA

14

I FATTORI CLIMATICI E GEOGRAFIA

GLI ECOSISTEMI

Le forme vegetazionali presenti in Africa considerano essenzialmente in rapporto alla quantità e alla distribuzione delle risorse, dal momento che le basse latitudini e, dunque, l’assoluta prevalenza dei climi caldi e temperati caldi rendono il fattore termico meno importante, una differenza di quanto necessario nei continenti posti a latitudini medie o alte. Le aree dovute alla temperatura determinano cambiamenti noti del manto vegetale sono circoscritte alle alte catene montuose dell’Africa orientale e, in misura minore, dell’Africa meridionale, dove si trovano le funzioni vegetazionali caratteristiche dei climi temperati o comuni, come in ristrette aree montuose, dei climi freddi o glaciali. La flora della parte subsahariana del continente appartenente all’ecozona afrotropicale,

Su grandi sezioni del territorio, il manto vegetale originario ha subito alterazioni in seguito all’aumento della densità della popolazione e al miglioramento sempre maggiore del territorio a fini agropastorali. L’intera fascia sahariana, caratterizzata da un clima semiarido con le irregolari, è da molti decenni sottoposta ad un intenso sfruttamento da parte delle mandrie delle popolazioni di pastori nomadi che, in alcuni casi, hanno provocato un degrado della situazione erbacea iniziando un processo di desertificazione. Alcune aree preferite dal punto di vista climatico, come ad esempio l’altopiano dei grandi laghi nell’Africa orientale, sono gravate da un elevatissimo carico demografico che ha portato alla quasi totale sostituzione del manto vegetale originario con colture agricole,

Esistono ancora oggi ancora vaste aree poco o nulla toccate dall’attività umana, nelle aree desertiche inabitabili e in alcune sezioni della savana e della foresta tropicale; queste aree sono al giorno d’oggi protette in vasti parchi nazionali, dove viene intensamente praticato il turismo.

15

animali natura Africa natura selvaggia elefante Tanzania mammiferi Serengeti prateria Safari avventura pianura fauna mammifero prateria ecosistema savana pianeta animale Elefanti pascolo elefanti e mammut elefante indiano elefante africano

16

INSTABILITÀ POLITICA E DITTATORIALE

L’Africa è ancora dominata da  regimi non democratici . Mancanza di libertà e corruzione sono all’origine di un malcontento diffuso, e l’Africa del Nord, a partire dal Maghreb, è una polveriera. La regione è stata attraversata dalle  primavere arabe , che inizialmente hanno fatto pensare all’instaurarsi dei governi democratici, prima che si rivelasse un fallimento.

 

LE DITTATURE MILITARI

Una dittatura militare è una forma di governo autoritaria in cui il potere politico è detenuto dai militari. Come tutte le dittature, quella militare può essere dichiarata ufficialmente o non esserlo, ovvero alcuni dittatori militari sono formalmente subordinati ad un governo civile o no. Esistono anche forme intermedie, in cui i vertici delle forze armate esercitano una fortissima influenza nel Paese, senza però riprendere il tutto delle libertà democratiche.

 

Stati attualmente retti da dittature militari

  • Eritrea – Fronte Popolare per la Democrazia e la Giustizia (dal 1991)
  • Sudan (dal 2019)
  • Thailandia (dal 2014)

 

17

Risultati immagini per regimi dittatoriali in africa

18

CONFLITTI ETNICI / RELIGIOSI

Un conflitto etnico è un conflitto tra due o più gruppi etnici contendenti. Le fonti del conflitto sono di natura politica, sociale, economica o religiosa, gli individui coinvolti nel conflitto devono espressamente combattere per la posizione del proprio gruppo etnico. Questo criterio differenzia i conflitti etnici da altre forme di conflitto.

19

Risultati immagini per conflitti etnici

20

LA DISOCCUPAZIONE

La CNN ha denunciato che le strazianti pratiche di  schiavitù e tratta degli schiavi  che stanno avvenendo in Libia devono essere condannate con tutto il disprezzo che meritano, evidenziando il modo in cui si accendono gli istinti bestiali dell’uomo. Se è vero che le persone di colore in Libia sono state soggette a una classificazione di seconda classe anche durante il regime di Gheddafi, la situazione non è mai stata deplorevole e degradante come ora. Quello che sta accadendo è un trattamento o una punizione crudele e inumana e  rappresenta un crimine contro l’umanità , non solo per la resistenza delle punizioni inflitte alle vittime, ma anche per lo sfruttamento della loro impotenza.

 

21

Immagine correlata

22

Migliorando delle piccole cose come:

1) Stabilire una procedura europea comune per le richieste d’asilo

2) Offrire soluzioni alternative ai lunghi viaggi

3) Fermare la guerra in Siria

4) Osa ai siriani la possibilità di fermarsi in Medio Oriente

5) Convincere i paesi del Golfo Persico ad accogliere i siriani

6) Fermare la guerra in Libia

7) Creare lavoro nei paesi dei trafficanti

8) Bloccare gli estremisti in Eritrea e Afghanistan

9) Investire nei paesi di origine dei migranti

10) Imparare dal passato

Si potrebbe aiutare queste vittime a vivere meglio.

Noi italiani non riusciamo ad aiutare l’Africa perché anche la nostra economia non è delle migliori.

Sì, ci sono molti casi di questo genere per esempio in Africa, ma anche oggi ci sono delle città in crisi.

 

 

23

Risultati immagini per sbarchi

24

FILM NUOVO MONDO

TRAMA:

All’inizio del XX secolo, la famiglia siciliana dei Mancuso lascia Petralia Sottana alla volta dell’America. Salvatore, deluso da una terra poco generosa, si affida alla Madonna dell’Alto e, dopo aver offerto un sasso macchiato di sangue e portato in bocca in segno di sacrificio come da antica tradizione si usa fare un petralia, le domande che vogliono prendere, se restare o partire. Il “segno” arriva: poco dopo Pietro, il figlio muto, porta la foto di un ortaggio tanto grande da dover essere trasportato su una carriola. Il protagonista si prepara allora a scoprire il Nuovo Mondo: dopo aver venduto i miseri medi per comprare vestiti e scarpe buone, s’imbarca per l’America con i figli, la madre, Donna Fortunata e altri italiani. Tra gli umili popolani italiani, un ‘ elegante donna inglese si distingue in tutto il suo candore aristocratico. Luce, che viaggia inspiegabilmente con gli italiani, e pare essere stata respinta da uno di loro, è il simbolo dell’emancipazione femminile. Salvatore che ne è colpito fin dal primo incontro, offrirà la sua protezione e infine ne farà la sua fidanzata. La vita nel “nuovo mondo” inizia ad Ellis Island, dove la famiglia sbarca, e si rende conto di come sia ben diverso da come Salvatore ei suoi si erano illusi di trovarlo. Appena sbarcata, la famiglia Mancuso deve sottoporsi a una serie di controlli medici, fisici e mentali; il mancato superamento di questi test porta al rimpatrio. Inoltre le donne, per poter entrare definitivamente in America, devono essere sposate, o diventarlo sul momento: e mentre le Mancuso, insieme ad altre, si ritrovano a conoscere e dobbiamo accettare immediatamente mariti connazionali già residenti in America, che non hanno mai visto e che hanno vissuto anziani o programmabili, Luce compila il modulo per Salvatore facendone il suo sposo (non per amore ma per convenienza in quanto lei non sposata non potrebbe fissare in America). In conclusione, dopo il mancato superamento di alcune prove mentali, Donna fortunata si ritrova ad affrontare il rimpatrio, mentre coloro che sono riusciti a superare i controlli controllati dalla possibilità di condurre in America, una vita trovata migliore. Luce compila il modulo per Salvatore facendone il suo sposo (non per amore ma per convenienza in quanto lei non sposata non potrebbe stare in America). In conclusione, dopo il mancato superamento di alcune prove mentali, Donna fortunata si ritrova ad affrontare il rimpatrio, mentre coloro che sono riusciti a superare i controlli controllati dalla possibilità di condurre in America, una vita trovata migliore. Luce compila il modulo per Salvatore facendone il suo sposo (non per amore ma per convenienza in quanto lei non sposata non potrebbe stare in America). In conclusione, dopo il mancato superamento di alcune prove mentali, Donna fortunata si ritrova ad affrontare il rimpatrio, mentre coloro che sono riusciti a superare i controlli controllati dalla possibilità di condurre in America, una vita trovata migliore.
25

Risultati immagini per nuovo mondo trama

26

ITALIANI IN SVIZZERA 

Risultati immagini per cartina della svizzera

27

ITALIANI IN SVIZZERA

Nel 1910 in Svizzera vivevano oltre 200.000 italiani. Il loro numero è stato ridotto durante il periodo di due guerre, fino a scendere sotto la soglia dei 100.000 all’inizio degli anni Quaranta, ma dopo il 1945 tornò a salire. Nel 1950 gli italiani residenti in Svizzera erano circa 140.000, dieci anni dopo erano oltre 346.000, nel 1970 poco meno di 600.000.

28

COLLEGAMENTI CON LETTERATURA:

IL VERISMO

il verismo è la versione italiana del Naturalismo. Lo scrittore descrive la realtà in modo sincero, senza esprimere giudizi. il Verismo parla della miseria del mondo contadino del Sud Italia in modo distaccato, secondo il cosiddetto “canone dell’impersonalità”. L’esponente più importante del Verismo è Giovanni Verga.

29

CHI È GIOVANNI VERGA

Giovanni Verga nasce a Catania nel 1840. Verga inizia a studiare diritto, ma poi decide di dedicarsi alla scrittura. Verga si trasferisce prima a Firenze, poi a Milano dove scrive le opere più importanti. Nel 1893 torna a Catania, dove muore nel 1922.

 

Verga scrisse molti romanzi e molte novelle.

 

Novelle:

Nedda

Vita nei campi

Novelle rusticane

Per le vie

 

Romanzi:

I Malavoglia

Mastro Don Gesualdo

30

ROSSO MALPELO

Trama:

Dopo la morte del padre, alla cava viene a lavorare un ragazzino soprannominato “Ranocchio” perché zoppo (dopo che ha avuto un incidente). Viene adottato da Malpelo che da un lato lo protegge e dall’altro lo tormenta picchiandolo e maltrattandolo nell’intento di insegnare a vivere in mondo duro e crudele. Quando viene ritrovato il cadavere di Mastro Misciu, Malpelo custodisce come tesori gli oggetti appartenenti al padre. Poco dopo Ranocchio, ammalatosi di tubercolosi e stremato dalla fatica, muore. Malpelo, ormai solo (la madre è risposata, la sorella è andata a vivere in un altro quartiere) assume il compito rischioso di esplorare una galleria abbandonata. Preso del pane, del vino, gli attrezzi ei vestiti di suo padre, si aggiunge in un cunicolo e non ne uscirà mai più.

31

I MALAVOGLIA

Trama

Il romanzo della storia di una famiglia di pescatori che vive e lavora ad Aci Trezza, un piccolo paese siciliano nei pressi di Catania. Il romanzo ha un’impostazione corale e rappresentata personaggi uniti dalla stessa cultura ma divisi dalle loro diverse scelte di vita, soverchiate comunque da un destino tragico ed inevitabile.

Lo scrittore adotta la tecnica dell’impersonalità, riproducendo alcune caratteristiche del dialetto e adattandosi quanto più possibile al punto di vista dei diversi personaggi, rinunciando così all’abituale mediazione del narratore.

 

 

IL CICLO DEI VINTI :

Il ciclo dei vinti è una raccolta di cinque romanzi, ovvero:

I Malavoglia

Il Mastro don Gesualdo

La Duchessa di Leyra

L’Onorevole Scipioni

L’Uomo di lusso

32

 

 

 

 

 

 

 

GRAZIE DELL’ATTENZIONE!

33
This free e-book was created with
Ourboox.com

Create your own amazing e-book!
It's simple and free.

Start now

Ad Remove Ads [X]