GLI SBAGLI by sabrina maiolo - Illustrated by sabrina maiolo - Ourboox.com
This free e-book was created with
Ourboox.com

Create your own amazing e-book!
It's simple and free.

Start now

GLI SBAGLI

by

Artwork: sabrina maiolo

  • Joined Mar 2021
  • Published Books 1

L’ARTE DI SBAGLIARE ALLA GRANDE

ENRICO GALIANO

In questo libro di Enrico Galiano, l’autore dello stampato,   attraverso l’uso di una scrittura molto semplice e alla mano, racconta gli sbagli più importanti e significativi del suo passato, quelli che più lo hanno colpito e hanno apportato cambiamenti non solo nella sua vita e/o modo di essere, ma proprio nella sua persona. Ripercorre questi sbagli partendo da quando era piccolo, un bambino di soli 8 anni, e fa notare come lo stesso sbaglio commesso in tenera età, gli si è ripresentato davanti, in forma diversa, quando ormai era diventato un adulto.

Il libro è di 150 pagine, formato da 15 capitoli, ogni capitolo, rappresentato da un titolo sempre diverso, simboleggia un tema, ed ogni tema corrisponde ad uno sbaglio. La cosa bella e che rende questo libro unico e che racconta la verità e la vera vita dell’autore.

 

1

Ebbene si, ogni errore commesso non è frutto della fantasiosa immaginazione dell’autore, ma è un racconto personale del proprio vissuto. Questo mi ha colpito moltissimo ed è stato il particolare che più di tutti mi ha fatto apprezzare questo libro.

Tra i tanti errori narrati dall’autore, quelli che mi hanno colpito e che mi hanno smosso qualcosa sono 2, entrambi per motivi differenti. Il primo che commenterò corrisponde anche al primo che viene narrato, a mio parere uno tra i più importante e che hanno segnato la vita dell’autore: I palleggi.

Già, con questo sbaglio l’autore individua 2 caratteristiche essenziali che, a parer mio rendono questo errore più significativo degli altri; La prima deriva dal significato in sè e per sè dello sbaglio: L’autore dice che lui ha sempre amato giocare a calcio, in particolare fare dei palleggi, ma non era mai riuscito a farne più di 4, mentre vedeva che i suoi amici arrivavano anche a 100.

 

2

Perciò spinto dalla voglia di superare il suo record dando del suo meglio, provò e riprovò fino a fare 10 palleggi. Detto così non sembra sia sbagliato, anzi tutto il contrario, sembra un’azione giusta…E invece no! Lo sbaglio sta proprio che dopo aver fatto 10 palleggi superando il suo record, lasciò stare e non continuò, tanto aveva già ottenuto ciò che voleva e non serviva lottare per andare avanti e spingersi a fare del proprio meglio.

La seconda caratteristica è data dal motivo per cui l’autore l’ha voluto mettere nel proprio libro, ossia che questo che può sembrare un banale errore infantile, più che capibile e accettabile ma in realtà gli si ripresentò dinanzi in tante fasi della sua vita: Quando era un bambino con i palleggi, quando era un’adolescente con le ragazze e quando diventò adulto sul posto di lavoro. Ciò fa capire come un semplice  ed apparente errore infantile, in realtà possa mettere le sue radici e se non affrontato ed analizzato per bene possa ripresentarsi nel futuro e continuare a farci commettere lo stesso sbaglio.

3

L’altro errore che mi ha colpito commesso dall’autore è quello del furto d’auto svolto quando aveva bevuto qualche bicchiere di troppo… Infatti Enrico racconta proprio che era andato in un pub con i suoi amici e aveva esagerato con l’alcol. Uscito da questo pub, in un parcheggio ruba una macchina e completamente sbronzo si dirigge verso uno stript club, in cui viene ingannato da alcune donne e ritrovandosi in un bel guaio inizia a sudare freddo, ma per fortuna il barista e il bodyguard lo risparmiano. Mi ha colpito molto questo sbaglio, perchè oltre che essere molto forte, mi fa riflettere su un aspetto che reputo importante e non scontato. Spesso associamo la parola sbagli ad un qualcosa che si può permettere solo la fascia d’età opposta alla nostra; per i bambini sbagliano solo gli adulti, ma soprattutto per gli adulti molto spesso gli errori che loro commettono vengono visti sotto un altra prospettiva che non è giusta. Quante volte sbagliando sentiamo la frase: ” solo i bambini possono

4

sbagliare!” oppure ”gli errori di un adulto sono accettabili e avvengono sempre per una ragione più che motivabile?”. in realtà non è cosi, tutti possono sbagliare, è umano, ma con sbagliare intendo sbagli veri, sbagli commessi senza motivo, sbagli di cui quando ti ritrovi a pensarci ti chiedi il perchè, cosa ti ha spinto fino a lì. Ecco questi sbagli li facciamo tutti, grandi e piccoli. Anche io nella mia vita ho sbagliato, tante volte e non sempre me ne sono resa conto, anzi ad oggi sono sicura che non sono consapevole di tanti miei sbagli, e questa è forse lo sbaglio maggiore tra tutti… Nonostante ciò ho ben a mente alcuni dei miei sbagli, dai più innocenti ai più seri.

Il primo errore, forse il più grande, parte da me stessa, come tutti gli altri, ma questo ancora di più. Ho sempre avuto un buon rapporto con il mio corpo e con me stessa, non mi sono mai disprezzata, anzi, mi sono sempre guardata allo specchio accettandomi per quello che sono, comprendendo i miei punti di forza e i miei difetti e sapendoli valorizzare.

5

Purtroppo non è sempre stato cosi, c’è stato un periodo in cui vedendomi riflessa allo specchio non mi piaceva la mia figura, era come se i miei occhi si concentrassero solo sui miei difetti: il naso un pò troppo grande, le caviglie non proprio fini, ma soprattutto la gamba che non era magra come volevo io. Mi chiedevo cosa potevo fare per cambiare questo aspetto di me, e per questo iniziai a trovare dei rimedi non proprio sani per la salute del mio corpo. Mi ricordo che ero felice facendo azioni sbagliate, ero soddisfatta, ed è li che sta uno dei tanti errori di questo periodo, la mia soddisfazzione. Per fortuna sono sempre stata una persona forte, anche in quel periodo, e infatti mi accorsi da sola che stavo sbagliando, e  lo feci anche prima di mettere piede in un tunnel fin troppo buio per una ragazzina e commettere azioni gravi. Ad oggi so bene dove sono stati i miei sbagli, e tra questi c’è il non aver portato rispetto a me stessa, al mio corpo in primis. Ad oggi so chi sono e ho compreso a pieno il mio sbaglio, capisco quando sto per risbagliare su tutti gli ambiti e ho imparato a autogestirmi, però so anche che se dovessi ricadere in uno dei miei tanti errori mi saprei rialzare a testa alta, perchè la cosa più importante è che dagli sbagli si impara sempre!

6
GLI SBAGLI by sabrina maiolo - Illustrated by sabrina maiolo - Ourboox.com
GLI SBAGLI by sabrina maiolo - Illustrated by sabrina maiolo - Ourboox.com
This free e-book was created with
Ourboox.com

Create your own amazing e-book!
It's simple and free.

Start now